Salveremo il mondo, meditando

il primo passo

“Possiamo salvare il mondo, con un buon piano.

Ma se non mediteremo, quel piano sarà inefficace.”

Dalai Lama

Il nuovo trimestre de “Il Primo Passo” sta per andare in stampa, e sull’avventura della mia pubblicazione del 2015 sta per calare il sipario. Se guardo indietro, se mi ripenso ad un anno fa, quando l’avventura dell’agenda è cominciata, vedo un’altra persona: vedo le indecisioni, i dubbi, i progetti, i sogni luminosi e l’inesperienza. Adesso… è cambiato poco, ed è cambiato tutto.

Scrivere, correggere e, ancora prima, pensare. Mettere nero su bianco tutto quello che insegno solo a voce e osare anche qualcosa di più, perché scrivendo ci si lascia andare anche ai pensieri più intimi, anche alle sperimentazioni meno ortodosse dell’insegnamento yogico. Ho passato mesi a rivedere e riallineare la mia pratica; a correggere le trascuratezze e a definire il mio yoga, che, prima di tutto, per me, è allenamento a crescere in modo fluente e presente.

Non è stato un anno facile, ma è stato bellissimo. Avere tre figli ed un lavoro indipendente ti porta a sentirti spesso a terra, schiacciata dalle questioni di cui ricordarsi; ma ti fa anche sentire su quel tappeto volante di chi si guarda intorno e vede solo amore: tanto amore da dare e tanto amore da ricevere. Spesso, immaginando questo momento, mi sono chiesta cosa avrei fatto di questa prima, pazza pubblicazione, nel 2016. “Mi fermerò?” “Decreterò Il Primo Passo il gioco di un anno e mi prenderò un po’ di riposo?” “O continuerò? E in che forma?”

Poi, ieri, mentre passavo lo straccio a terra, cercavo di ripetere a memoria tutte le cose da risolvere prima che i corsi dello studio yoga ripartano e provavo a far scorta degli ultimi giorni di caldo, ho ripensato a quella frase del Dalai Lama che mi aveva tanto colpita. Non salverò il mondo, no, ma sono sicura di essere qui per fare la mia parte, di voler fare la mia parte. Salveremo il mondo, meditando, e prima ancora salveremo ognuno se stesso, ognuno diventando un esempio trascinante per gli altri.

Da oggi è possibile ordinare il prossimo e ultimo trimestre de “Il Primo Passo,” per concludere l’anno con intenzioni pure e visioni chiare. Qualcuno è stato mio compagno per tutti questi mesi, qualcuno si è aggiunto durante il viaggio, qualcuno, forse, vorrà cominciare adesso per finire al meglio.

E poi? Poi arriverà un nuovo anno, ci sarà un “Il Primo Passo” ancora più vero, più grande, più pronto a fare la sua parte per salvare il mondo. Ma, per adesso, godiamoci questo nuovo trimestre: che sia d’insegnamento per tutti noi.

Le info per “Il Primo Passo” sono tutte qui.  E poi ci sono io, sempre felice di leggere le vostre mail.

0
  ti potrebbe interessare

Aggiungi un commento