Al caldo

Per ora ci sono solo loro, e poco altro: solo i miei ometti, la mia minuscola bimba, la nostra casa. Fino a quando, dopo le vacanze di Natale, riprenderò a lavorare un po’, ci saranno solo loro e le feste che il mese di dicembre regala.

“Oggi inizia un mese di festeggiamenti,” ci siamo detti ieri mattina, a colazione, pensando al calendario. Ci saranno Santa Lucia, la festa ebraica delle luci, il solstizio, il Natale, il capodanno… Ci saranno mille dei nostri falò, le decorazioni a cui lavoriamo da qualche settimana saranno finalmente appese, cibi speciali saranno preparati, piccoli regali pensati da tanto saranno, alla fine, scambiati. Si vedranno più film del solito, si butteranno bucce di mandarino  nel camino, accoglieremo amici e nonni.

coperta fatta a mano 6

Sono emozionata, all’idea del mese che ci aspetta. Medito e chiedo ogni giorno di affrontarlo al meglio, sapendo gestire gioia e stanchezza (che, per me, vanno spesso di pari passo- ah, bimbi instancabili e sonno irregolare…!), sapendomi godere tutto il bello di preparare una festa e poi sedersi e lasciare che continui da sé, sapendomi fermare, stringere chi amo, e non pensare a nient’altro.

coperta fatta a mano 7 coperta fatta a mano

Pensavo proprio a questo quando, un paio di settimane fa, mi sono imbattuta in queste coperte. Passeggiavo curiosa tra le strettoie del negozio del nostro “rigattiere di fiducia,” quando le ho viste, buttate su una vecchia poltrona, senza troppa attenzione ne rispetto. Sognavo da anni di farle io, prima o poi, delle coperte di lana come quelle che ci si tramanda di generazione in generazione. Ma quando le ho viste non ho saputo resistere. Pesanti, vengono da chissà dove, coloratissime, lavorate dalle mani di chissà chi. E poi sono diventate nostre. E poi le ho adorate, come succede solo per le cose su cui si riversano sogni che vanno al di là delle singole, piccole cose.

coperta fatta a mano 8

Abbiamo appeso al muro una vecchia scala trovata nel fienile, restaurata e rinnovata, apposta per riporle (qualcuna delle idee a cui mi sono ispirata la trovate qui). Abbiamo iniziato a ricoprircene in ogni momento, abbiamo iniziato a  scambiarcele, farle girare per le stanze, a scaldarci a vicenda.

coperta fatta a mano 9 coperta fatta a mano 10

E io, che le sognavo per potermi, finalmente, sedere senza pensare: “Dovrei fare questo, dovrei fare quello…” le sto usando come allenamento alla pace, alle pause di piacere, a quei momenti in cui è meraviglioso fermarsi e godersi un gesto dolce. Caldo, colorato e intenso.

Per ora funziona: basta una coperta di lana, bastano dei gesti semplici. Mi è bastato un giro dal rigattiere, un po’ di immaginazione e il grande impegno di sempre a imparare a stare nelle piccole cose. A volte è più facile di quanto si possa sperare.

coperta fatta a mano 1 coperta fatta a mano 2 coperta fatta a mano 4 coperta fatta a mano 5

Buon dicembre. Che questo sia un mese caldo e denso di ogni ti po di feste, preghiere, meditazioni e desideri che si avverano.

4
  ti potrebbe interessare

Commenti

  1. Francesca  dicembre 2, 2014

    Vederti con la tua bimba in braccio mi emoziona. Queste coperte sono colorate e piene di luce, come sei te.
    Buon Dicembre, Ylenia dolce, davvero goditi questi momenti, goditi i tuoi bimbi, la tua casa calda e accogliente, questo mese fatto di intimità e gioia. Il nuovo anno ti vedrà ripartire con il lavoro e con gli impegni, ma questo mese è tutto, solamente vostro!!!
    Ti abbraccio forte… Vi abbraccio forte… (un po’ meno forte Maddalena, che è tanto piccina!!!)
    Francesca

  2. Silvia  dicembre 2, 2014

    Carissima Ylenia!!!
    Che gioia vederti felice e serena nel tuo nido coi tuoi cuccioli!!! ^_^
    Che la serenità ti accompagni in questo mese e oltre… Ti giungano tutte le mie benedizioni più affettuose!!!
    Ps: le coperte sono meravigliose e per un attimo ho pensato che davvero le avessi fatte tu…. Con altre mani… forse, ma erano destinate a te… e ai tuoi cari!!!
    Ti abbraccio.
    Silvia

  3. emanuela  dicembre 2, 2014

    questa maternità ti ha reso ancora più bella.Tu, Maddalena tra le tue braccia, le tue mani che l’accarezzano e la stringono a te. Sai che mi viene da piangere di dolcezza e di gioia? (……non farci caso, qua mi prendono tutti in giro per questa mia caratteristica….sono una famosa ” lacrime in tasca”!)
    Sai che io possiedo un pò di quest coperte, che tengo come delle reliquie? Un paio le fece la mia nonna, qualcosa come …..50 anni fa, un’altra la ” tata ” di casa, nelle marche, la nostra meravigliosa ” nonna Peppina” . Sono vecchie, cero, ma continua a trasmettere colori, luce e l’amore incredibile con cui è intrecciata la lana.
    Tutto l’amore del mondo Emanuela

  4. Anna  dicembre 2, 2014

    Queste coperte sono bellissime!! Io ne ho una singola della mamma di mio marito ed è la coperta più bella di casa…brava!!!
    Comunque voi due donnine insieme siete di una bellezza sconcertante..

Aggiungi un commento